Wednesday, August 8, 2012

Muro come un pesce




Muro come un pesce è una mostra itinerante di illustrazione che include le opere di una quarantina di illustratori italiani e stranieri, esordienti e già affermati. 
Ideata e realizzata dall'inesauribile energia di Laura Fanelli e Alice Lotti, la mostra ha in programma una prima tappa nella città di Termoli ma prevede delle successive tappe in città ancora da definire. Le illustrazioni avranno come tema comune i pesci e saranno proiettate sulle mura del borgo vecchio accanto al mare ad agosto.
La scelta del tema deriva da una riflessione sulla figura dell’illustratore nella contemporaneità, attraverso l’uso di una semplice e fresca metafora, vuole portare a ridefinire una figura spesso difficile da inquadrare, che spesso si sente come un pesce fuor d’acqua.
I pesci sono creature che vivono nell’acqua, che non possono stare senz’acqua. 
Hanno colonizzato mari, oceani, laghi e fiumi, hanno forme, colori e dimensioni diversissime tra loro. I pesci hanno il naso, i muscoli, la pelle e forse anche la lingua… In fondo sono noi e noi siamo loro. 
La mostra si pone come obiettivo quello di indagare sulla figura dell’illustratore, una figura strana, un pò primordiale, spesso ha le branchie, spesso fa fatica a respirare. 
I pesci non hanno orecchie perché tanto non parlano. I pesci non sentono freddo e non hanno il mal di schiena. I pesci non stanno in ginocchio neanche quando li schiacci nella latta. I pesci non chiudono mai gli occhi neanche quando sono in padella.
Davide Van Des Froos, Le parole sognate dai pesci, 2003


Sono un pesce con le piume. Nuotare e volare, non sono poi la stessa cosa?

Post a Comment